Promuoviamo la concordance del paziente per una maggiore aderenza alla terapia


Numerose evidenze mostrano quanto un adeguato controllo della placca sia fondamentale per prevenire diversi disturbi gengivali, inclusa la parodontite. Insieme all’attività svolta dai professionisti della salute orale in studio, la capacità da parte del paziente di prendersi cura della propria igiene orale in modo completo, includendo anche la pulizia interdentale, riveste un ruolo chiave. In altri termini, l’efficacia stessa della terapia ed il controllo della placca dipendono anche dal comportamento tenuto dal paziente e dalla sua capacità di aderire alle raccomandazioni ricevute in studio.

Sono diversi i fattori che incidono a tal proposito: lo stile di vita, la manualità, il livello di motivazione, la costanza e il tempo a disposizione nonché la capacità e/o disponibilità del paziente a correggere le proprie abitudini di igiene orale laddove scorrette o incomplete. Ecco una delle più grandi sfide: come promuovere un suo cambiamento comportamentale al fine di favorire una maggior aderenza alla terapia, con riferimento all’igiene orale domiciliare, inclusa la pulizia interdentale? Per aiutare i nostri pazienti abbiamo quindi bisogno di capire meglio il comportamento umano e il complesso insieme di fattori in grado di influenzarlo.



Scopri le strategie, basate sulle evidenze, volte a promuovere il cambiamento comportamentale dei pazienti verso una miglior aderenza alla terapia. Diventa un esperto nel motivare i tuoi pazienti ad una corretta igiene orale.


L’importanza di un approccio di concordance

Come scrive la Prof.ssa Gianna Maria Nardi (Professore Associato e Direttore del MASTER di I Livello in Tecnologie Avanzate nelle Scienze di Igiene Orale, "Università La Sapienza" Roma)

 “La prevenzione deve essere considerata “terapia” ed è opportuno apprendere le giuste competenze per un efficace approccio motivazionale con la persona assistita, in modo da preparare percorsi terapeutici di prevenzione personalizzati e condivisi con la stessa. I protocolli operativi di prevenzione con approccio clinico di concordance assicurano l'adherence alle terapie domiciliari, permettendo la condivisione della scelta di strumenti di igiene orale più opportuni” [1]

 

In altri termini è fondamentale che il paziente non percepisca la terapia come imposta dal professionista, ma definita in condivisione (concordance) con il paziente, che assume quindi un ruolo attivo e risulta conseguentemente più motivato a seguirla ed eseguirla correttamente ed in autonomia a casa.

Per promuovere l’aderenza alla terapia, con un approccio di concordance, i professionisti possono mettere in atto una serie di accorgimenti pratici e psicologici: comunicare al paziente con empatia cercando di individuare dei punti di incontro, fargli fare pratica sulla poltrona, chiarire le conseguenze di una igiene orale scorretta, gratificarlo al raggiungimento di certi obiettivi, consigliare strumenti di igiene orale facili da usare che lo agevolino nel processo di cambiamento e così via.

“…per quanto riguarda la terminologia della transizione da “compliance” a “concordance”, c'è la necessità di superare l'emozionalità legata all’uso di ordini rigidi per passare ad un rapporto basato sulla collaborazione. Questo renderebbe il processo terapeutico privo di stress, considerando il soggetto stesso come il decisore. La maggiore considerazione del paziente implica l'evitare di impartire ordini; che pongono i soggetti ad un diverso livello.” [2]

Be a leader in DRIVING CHANGE IN ORAL CARE

Scopri come il cambiamento comportamentale possa rappresentare il punto di svolta nel tuo rapporto con il paziente. Scarica il Whitepaper.


Pronto a guidare il cambiamento? Partecipa a GUM EXPERT, il nuovo progetto di SUNSTAR rivolto ai professionisti della salute orale per promuovere una maggiore aderenza del paziente alla terapia, attraverso un approccio di concordance.



Raccontaci la tua esperienza, frutto della pratica clinica. Partecipa al progetto GUM EXPERT: potrai essere selezionata/o per ricevere gratuitamente la Ritual Box GUM pensata per promuovere un rituale di igiene orale completo.


Non aver paura di metterti in gioco! Qualche esempio? 

"Consiglio uno scovolino interdentale che il paziente trova comfortevole"

"Faccio provare gli strumenti al paziente in studio per farlo esercitare"

"Mi esprimo in modo affabile dimostrandomi comprensiva/o"

Cosa contiene la Ritual Box GUM?

La Ritual Box GUM è un esclusivo kit avente l’obiettivo di comunicare l'importanza di un rituale di benessere olistico quotidiano, che parte dall’igiene orale alla cura della persona, sino alla meditazione e al fitness. 


All'interno troverai 12 scovolini interdentali GUM SOFT-PICKS ADVANCED, uno spazzolino da denti manuale GUM Technique PRO, un dentifricio GUM BIO (certificato biologico e vegano), due forcelle GUM EASY-FLOSSERS, un bicchierino porta scovolini e un bicchiere porta spazzolino, una candela profumata, una banda elastica per il fitness e un set bagno con pietra pomice e spugne.

Modalità di partecipazione

Puoi partecipare al progetto GUM EXPERT con le seguenti modalità:

  • Online: cliccando su PARTECIPA e compilando l'apposito form con i tuoi consigli e i tuoi dati personali per finalizzare la registrazione.
  • Nelle aree espositive SUNSTAR GUM in occasione di congressi ed eventi scientifici: scrivendo sull’apposita lavagnetta presente nello spazio espositivo i tuoi consigli e facendoti scattare una foto e fornendo i propri dati personali per finalizzare la registrazione.

Scarica il regolamento completo.


[1] Nardi G.M. et all. - Tailored brushing method (TBM): an innovative simple protocol to improve the oral care. J Biomed 2016; 1:26-31
[2] Estratto da: Journal of Multidisciplinary Healthcare
Compliance, adherence, concordance, empowerment, and self-management: five words to manifest a elational maladjustment in diabetes.
Salvatore Settineri1,  Fabio Frisone2, Emanuele Maria Merlo2, Daniele Geraci3, Gabriella Martino3
1 Department of Biomedical and DentalSciences and Morphofunctional Imaging, University of Messina, Messina, Italy;
2 Department of Cognitive Sciences,Psychology, Educational and Cultural Studies (COSPECS), University of Messina, Messina, Italy;
3 Department of Clinical and Experimental Medicine, University of Messina, Italy