Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Internazionale
  • Belgio
  • Germania
  • Danimarca
  • Spagna
  • Francia
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Norvegia
  • Polonia
  • Svezia
Una dentista parla con un paziente nello studio dentistico

Come motivare i pazienti all'utilizzo degli scovolini

Spiega come usare gli scovolini in modo semplice 

Per motivare un paziente, devono essere considerati diversi aspetti. È importante avere solide conoscenze odontoiatriche per dare i giusti consigli ai pazienti, tuttavia è altrettanto importante che queste conoscenze vengano trasmesse ai pazienti in modo semplice e parlando faccia a faccia. Ciò significa che, indipendentemente dal fatto che la conversazione si svolga in sala operatoria o in quella destinata all'igiene orale, il paziente deve essere seduto in posizione verticale, così da poter avviare una comunicazione tra pari, questo aiuterà il paziente a non percepire la comunicazione come a senso unico!

Dai al paziente la possibilità di esprimersi; ad esempio, fagli domande sulle attuali abitudini in materia di igiene orale, sull'esperienza con gli scovolini e così via.

Loda i progressi

Non dimenticare di complimentarti con i pazienti per i risultati raggiunti: per esperienza personale, sappiamo tutti quanto gli elogi siano utili quando si parla di motivazione. Anche qualora non ci fosse molto da lodare, ciò aiuta ad iniziare la conversazione in modo positivo. Sii sempre consapevole del fatto che devi spiegare e/o rammentare al paziente il motivo per cui una buona igiene orale è importante. 

Verifica la capacità del paziente di seguire la routine di igiene orale raccomandata

Un altro fattore da considerare è la capacità del paziente di attenersi effettivamente alle istruzioni ricevute. Ciò include la dimostrazione di strumenti e tecniche che il paziente può impiegare. In pratica, ti suggeriamo di controllare con il paziente per vedere se ha realmente capito, facendogli effettuare una simulazione sul modello o nella propria bocca di quanto gli hai appena illustrato.

Dai tempo al paziente

Ora hai trasmesso le tue conoscenze, ne hai sottolineato l'importanza per il paziente, hai verificato la sua capacità di adottare le procedure di igiene orale indicategli e hai fornito istruzioni e strumenti adeguati a simularle. La messa in pratica non dovrebbe essere un problema ora, vero? Il fenomeno è familiare a tutti noi: sappiamo che dovremmo mangiare in modo sano, fare esercizio fisico regolarmente e dormire bene. Lo facciamo davvero con costanza?

Anche per il paziente può essere difficile cambiare subito le proprie abitudini e mettere in pratica immediatamente i tuoi consigli. Dai tempo a te stesso e ai tuoi pazienti e, quando li ricontrerai alla visita successiva, parla con loro cercando di affrontare eventuali difficoltà o ostacoli per trovare assieme una soluzione.