Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Internazionale
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Francia
  • Spagna
  • Germania
  • Svezia
  • Belgio
  • Danimarca
  • Norvegia
  • Polonia

LA RELAZIONE TRA DIABETE E MALATTIA PARODONTALE

Sunstar GUM - LA RELAZIONE TRA DIABETE E MALATTIA PARODONTALE  | GUM®

DIABETE E MALATTIA PARODONTALE: CHE RELAZIONE C’È?

Negli ultimi due decenni è stata osservata una maggiore consapevolezza della correlazione bidirezionale tra malattia parodontale, in particolare la forma grave conosciuta come parodontite, e il diabete.

Le evidenze scientifiche dimostrano che i pazienti diabetici presentano un rischio di sviluppare o cronicizzare le patologie parodontali 2-3 volte maggiore rispetto ad un individuo sano.

Oltre alle note influenze su patologie cardiache, ipertensione e parti pretermine, il diabete induce un aumento di mediatori infiammatori nei tessuti del parodonto, favorendo l’insorgenza di gengiviti e parodontiti.

La correlazione tra il diabete e la salute gengivale è però bidirezionale: è ormai noto che le malattie sistemiche, in particolare i disordini metabolici, influenzano la salute orale, ma recenti studi hanno dimostrato che anche la salute del cavo orale può influenzare la salute sistemica.

Come un controllo inadeguato della glicemia nel sangue mette alla prova la salute gengivale, così una salute gengivale compromessa può provocare un controllo inadeguato della glicemia, favorendo l’insorgenza di complicanze.

Ma non solo, secondo la Federazione Europea di Parodontologia, la parodontite grave influisce negativamente sul livello glicemico sia nei pazienti diabetici sia nei pazienti pre-diabetici.

IN CHE MODO LA PARODONTITE AGGRAVA IL DIABETE E VICEVERSA?

Quando il parodonto, il complesso di tessuti che sostiene i denti, si infiamma a causa di una malattia parodontale, aggrava il processo infiammatorio già presente nel diabete, attivando un maggior numero di mediatori dell’infiammazione che vengono rilasciati nella circolazione sistemica.

Ciò provoca una maggiore insulino-resistenza, un controllo glicemico inadeguato e di conseguenza un maggiore rischio di complicanze diabetiche.

Numerosi studi dimostrano come ognuna delle complicanze associate al diabete ha un maggior rischio di insorgenza o si presenta con una maggiore gravità in pazienti con parodontite grave.

Nello specifico, la parodontite:

  • È un fattore di rischio indipendente per l’ischemia cerebrale;
  • È associata ad una maggiore gravità della retinopatia diabetica;
  • Comporta un maggiore rischio di mortalità per cardiopatia;
  • Aumenta il rischio di mortalità cardio-renale;
  • Si associa a un rischio maggiore di ulcere del piede diabetico.

DIABETE E MALATTIA PARODONTALE: COME PREVENIRE?

La terapia parodontale può avere un impatto significativo sul controllo metabolico e ridurre il rischio di complicanze del diabete.

Il controllo delle infezioni orali è cruciale in questi casi sia perché il processo infettivo può interferire con il decorso e la cura della patologia stessa, sia per la rapidità di progressione che può avere.

Non dobbiamo dimenticare che il paziente diabetico presenta un livello di glucosio nel sangue superiore alla media che può facilmente passare ai fluidi come la saliva; una saliva ricca di zuccheri può fornire ai batteri un substrato ideale per la produzione di acidi della placca che vanno ad aggredire lo smalto dei denti, provocando la carie.

Per una prevenzione avanzata e completa della placca servono soluzioni innovative, non aggressive, che rispettino le gengive e contengano componenti antiossidanti per rafforzare e revitalizzare i tessuti gengivali.

La pulizia quotidiana non deve limitarsi al solo controllo della placca ma deve includere un’accurata pulizia degli spazi interdentali, attraverso l’utilizzo di prodotti facili da usare, ergonomici, delicati sulle gengive e con un’aggiuntiva protezione antibatterica.

DIABETE E MALATTIA PARODONTALE: QUALI ALLEATI PER L’IGIENE ORALE?

Da 30 anni GUM sostiene la ricerca sulla correlazione tra diabete e salute orale, progettando soluzioni mirate che siano efficaci nel controllo avanzato della placca e allo stesso tempo delicate sulle gengive.

Per mantenere una bocca sana e prevenire l’aggravarsi della patologia, è necessario educare i pazienti sulle corrette procedure di igiene orale, includendo nelle loro abitudini tre semplici step e valorizzando l’importanza di utilizzare quotidianamente i tre alleati della salute gengivale:

  1. DENTIFRICO e SPAZZOLINO: Spazzolare per due minuti, iniziando dai denti superiori e passando prima sulla superficie esterna, poi su quella interna e infine sulla superficie masticatoria. Successivamente spazzolare i denti inferiori e ripetere l’intero processo. La procedura dovrebbe essere completata spazzolando la lingua.
  2. SCOVOLINO: Prendere lo scovolino e pulire delicatamente ma con cura gli spazi interdentali per un minuto, senza trascurare i denti posteriori.
  3. COLLUTORIO: Risciacquare delicatamente con un collutorio, così da pulire le zone non raggiunte normalmente con lo spazzolino.

Per interrompere il circolo vizioso, è indispensabile educare le persone sull’esistenza di una relazione bidirezionale tra diabete e malattia parodontale e rendere la gestione della salute orale parte integrante delle abitudini del paziente diabetico.

È questa la strategia vincente per avere una vita più sana in caso di diabete. E non.

 

Se sei interessato a collaborare con noi o hai domande sulle nostre soluzioni o ricerche, non esitare a contattarci. Puoi contattarci utilizzando il modulo sul nostro sito. Ti risponderemo il prima possibile.

Utilizziamo i cookie per essere certi di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito Web. A tale scopo, ricordiamo e memorizziamo le informazioni su come lo utilizzi. Questa operazione viene eseguita utilizzando semplici file di testo chiamati cookie che risiedono sul tuo computer. Chiudendo questo messaggio o navigando a una pagina diversa all'interno di questo sito Web, accetti i nostri cookie su questo dispositivo in conformità con la nostra politica sui cookie a meno che non li abbia disabilitati.

Per saperne di più