Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Internazionale
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Francia
  • Spagna
  • Svezia
  • Polonia
  • Germania
  • Danimarca
    • da
  • Grecia
    • el

Malattie gengivali e ipertensione

L'ipertensione è una patologia cronica caratterizzata da pressione arteriosa alta associata a cardiopatie. Gli studi hanno anche collegato la malattia parodontale all'ipertensione, il che rende ancora più importante lo screening sanitario dei pazienti odontoiatrici.

 

Infermiera che misura la pressione

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, l'ipertensione colpisce circa il 30% della popolazione adulta globale ed è un fattore che contribuisce alla morte prematura e alla disabilità. 

L'ipertensione è una patologia medica cronica caratterizzata da ipertensione arteriosa associata a malattie cardiache. Gli studi collegano la malattia parodontale all'ipertensione, pertanto risulta cruciale lo screening sanitario dei pazienti odontoiatrici.

Dati relativi all'ipertensione

  • L'ipertensione, il diabete e il fumo sono considerati fattori di rischio tradizionali per le malattie cardiache
  • Al contempo, l'ipertensione, il diabete e le malattie cardiache sono state associate alla malattia parodontale
  • L'ipertensione è conclamataquando un paziente ha una pressione arteriosa sistolica elevata maggiore di 140 mmHg e/o una pressione diastolica maggiore di 90 mmHg
  • Pre-ipertensione conclamata quando un paziente ha una pressione arteriosa sistolica compresa tra 120 mm Hg e 139 mm Hg e/o pressione diastolica compresa tra 80 mmHg e 89 mm Hg

Impatto sistemico

Cosa possono fare gli odontoiatri?

Esiste un numero crescente di prove (ottenute attraverso studi sugli animali e sulla popolazione) che indicano che le malattie parodontali sono collegate alle malattie sistemiche che devono essere comprese meglio da medici e dentisti al fine di migliorare l'assistenza al paziente.

"Gli operatori sanitari possono diventare sostenitori di uno stile di vita sana, che include la gestione della dieta e la limitazione dell'assunzione di zucchero. Queste nuove responsabilità si adattano bene alla nostra comprensione dell'eziologia delle malattie dentali".

Professor Ira Lamster, redattore dell'International Dental Journal

Utilizziamo i cookie per essere certi di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito Web. A tale scopo, ricordiamo e memorizziamo le informazioni su come lo utilizzi. Questa operazione viene eseguita utilizzando semplici file di testo chiamati cookie che risiedono sul tuo computer. Chiudendo questo messaggio o navigando a una pagina diversa all'interno di questo sito Web, accetti i nostri cookie su questo dispositivo in conformità con la nostra politica sui cookie a meno che non li abbia disabilitati.

Per saperne di più